Arriverà lo stipendio ma non avrà i tuoi occhi

Mi alzo in ritardo e già confuso. Il latte a riscaldare, il pochissimo caffè avanzato, la faccia stravolta davanti a uno specchio insensibile. Tu dormi ancora un po’. Senza fare troppo rumore guardo fuori dalla finestra e cerco di capire se fuori piove o se è soltanto buio. Il palazzo di fronte ogni volta sembra … Leggi tutto Arriverà lo stipendio ma non avrà i tuoi occhi